Malaga: 6 tesori culturali nascosti

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
espana, Malaga, spain, costa de la luz, Malaga
Foto: www.pixabay.com

Traduzione: Isabela Bogdan

Dalla categoria delle vacanze in terre da sogno, oggi vedremo alcuni luoghi che dovete assolutamente vedere durante un viaggio in Andalusia.

Fate una sosta a Malaga e vi assicuro che non ve ne pentirete!

Fondata nell’VIII secolo dai Fenici, Malaga è una delle città più antiche del mondo. È la seconda città più grande della Costa del Sol, situata sulle rive del Mediterraneo nella comunità autonoma dell’Andalusia.

Malaga è una città ricca di cultura, colori, storia… una città accogliente, con spiagge, cattedrali e il profumo delle arance; una un luogo magico che chiunque dovrebbe conoscere. Il mix di elementi moderni, il Centro Pompidou che si trova fuori dalla Francia ed è diventato un simbolo, con elementi storici come il Castello di Gibralfaro, il Teatro Romano, rende Malaga la città più bella della Spagna.

Nella speranza di aver sollecitato la vostra curiosità, ecco 6 luoghi ricchi di cultura e storia a Malaga.

1. L’Alcazaba

È una delle più grandi fortezze moresche dell’Andalusia e fu costruita tra il 756 e il 788 dagli arabi. È il luogo più visitato di Malaga e, allo stesso tempo, un simbolo della città.

La parola “alcazaba” deriva dall’arabo “al-qasaba” e significa “recinto fortificato all’interno di una città murata”.

Da qui si gode di una vista incredibile sulla città, quando fuori è limpido si può addirittura scorgere l’Africa.

All’interno del monumento l’architettura moresca mostra tutto il suo splendore. Si possono ammirare anche i giardini, le fontane, le terrazze e le colonne romane che circondano la fortezza. 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Alcazaba Malaga (@alcazabamalaga)

2. Castello di Gibralfaro

Un altro luogo da visitare è il Castello di Gibralfaro, costruito nell’VIII secolo dai Fenici.

Gibralfaro è famosa per l’assedio dei re cattolici il re Ferdinando d’Aragona e la regina Isabella di Castiglia, ebbe luogo nel 1487 e durò tre mesi. L’assedio terminò con la resa degli arabi che non riuscivano più a sopportare la fame. Questo fu l’ultimo atto di conquista della città di Malaga.

ÎNel XIV secolo il castello fu restaurato con lo scopo di proteggere l’Alcazaba durante gli assedi e, grazie alla sua posizione in collina, permetteva di sorvegliare facilmente la città. Per quanto possa sembrare faticoso, vi consiglio di intraprendere il cammino a piedi per salire fino al castello, durante il percorso si possono infatti ammirare i meravigliosi panorami della città, non ve ne pentirete !

3. Cattedrale di Malaga

CCostruita tra il 1528 e il 1782, la cattedrale è un misto di elementi architettonici barocchi e rinascimentali. La cattedrale è alta 87 metri, così da far sembrare l’interno immenso.  

Se andate a visitare la cattedrale, noterete che ha due torri, ma solo una è finita. Sebbene il progetto iniziale per la costruzione della cattedrale prevedesse due torri, per mancanza di denaro una torre rimase incompiuta.

Per questo motivo la cattedrale è chiamata “la Manquita“, che significa “una mano”.

La cattedrale merita è una vera opera d’arte che vi lascerà senza parole.

4. Il Teatro Romano

Il teatro è il monumento più antico della città e è il simbolo della presenza romana nella città. Essendo molto vicino alla Alcazaba, non potete perdervi questa attrazione turistica durante la vostra vacanza a Malaga.

Anche se fu costruito nel I secolo d.C., il teatro romano fu utilizzato come tale nel II secolo e fu poi convertito in rovina. Fu scoperto nel 1951, quando l’edificio che lo sovrastava venne distrutto.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Courtney (@courtexploring)

5. Il Museo Picasso

Il museo espone più di 200 opere. Si possono ammirare i lavori che l’artista ha realizzato nel corso della sua vita, nonché l’evoluzione del suo stile e la diversità delle opere.

6. Il Centro Pompidou

Copia del famoso Centro Pompidou di Parigi, è un’opera d’arte moderna. Il Centro è a forma di cubo ed è composto da cubi multicolori contenenti reperti appartenenti a famosi artisti spagnoli.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Málaga today (@malaga_today)

Spero di aver suscitato il vostro interesse per questa città e che la aggiungerete alla vostra lista di viaggi da fare.

Leggi anche:
Fonti:

 199 total views,  4 views today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *